EDUCAWEB: spazio virtuale di incontro sociosanitario ed educativo

domenica 17 dicembre 2017

Home arrow Tutti i contenuti arrow La psicopatia
domenica 17 dicembre 2017
Home
Notizie
LINKS
Mappa del sito
Tutti i contenuti
Cerca
Licenza Joomla
Psichiatria
Educativo
Guest Book
Download Files
Calendario e Appuntamenti
Libri e pubblicazioni
Meteo
NEWS Salute
Disclaimer medico




by Zippy
Advertising - Pubblicità
La psicopatia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Psicopatia

Le psicopatie rinchiudono in sé anche il termine di caratteropatie, che generalmente si presentano insieme. Sono degli stati e non delle malattie, non fanno parte del campo degli interventi psichiatrici; tuttavia da sempre sono considerati dalla psichiatria in seguito alle problematiche di ordine forense indotte. Le psicopatie implicano una serie di comportamenti trasgressivi delle regole sociali.

Raramente gli interessati vengono ricoverati in ospedale psichiatrico se non si innesta una psicopatologia secondaria (alcolismo, tossicomania, ecc.).

Sulla genesi e la problematica originaria si è discusso per lungo tempo e veniva considerata frutto di una patologia cerebrale di derivazione epilettica, dovuta alle frequenti alterazioni dell’EEG, motivo per il quale è sempre stata trattata con una terapia anticonvulsiva, anche in assenza di crisi; uno dei collegamenti principali che si faceva era quello del carattere epilettico che si manifestava anche nelle psicopatie, termine attualmente non più in uso.

Psicologia: il nucleo fondamentale risiede in un disturbo affettivo. La provenienza del soggetto a livello di nucleo familiare è fondamentale: si riscontra un'assenza di rete affettiva, manca un referente affettivo che abbia una certa stabilità, la madre può essere prostituta, il padre etilista, il fratello tossicodipendente o delinquente, ecc. In realtà non è indispensabile la presenza di una famiglia come quella suindicata; è sufficiente ad esempio una situazione di separazione o di delega (perché si tratta di una famiglia in carriera), da parte dei genitori a cose come i giochi o a persone non continuamente presenti, che acquisiscono il significato di sostituto affettivo, per indurre condizioni psicopatiche nel bambino.

L'importanza di un oggetto amabile stabile, nel senso di elemento proiettivo, è fondamentale perché permette di introiettare queste caratteristiche: la stabilità affettiva porta ad un'inerzia che consente di assorbire il mondo pulsionale e quindi la trasformazione in scelte comportamentali organizzate. Quello che accade tragicamente ad una struttura psicopatica è la povertà di capacità trasformativa, è la mancanza di trasformare da un livello istintuale - pulsionale ad un livello affettivo per cui la risposta è conseguentemente un agito (acting out). Lo sviluppo affettivo si realizza grazie alla capacità di sopportare delle frustrazioni. Lo psicopatico è un soggetto che non sa che cos'è una vita affettiva godibile: le emozioni in lui non esistono, sono pulsioni quindi agiti.

Clinica:

Gli elementi caratteristici si notano molto precocemente in un soggetto psicopatico: già a livello di infanzia. La famiglia di provenienza dello psicopatico, se così la si può definire, ha una struttura psicopatica: è piuttosto un'aggregazione sociale che altro.

La medesima cosa avviene anche nei bimbi istituzionalizzati precocemente. Si tratta quindi di un bambino che non ha limiti a livello di aggressività, non ha una distinzione tra oggetti propri e quelli altrui, non ha una stasi spaziale, è irrequieto: nessun gioco od azione possono tranquillizzarlo.

Si osserva una precocità sessuale (e non solo!), tipica di un'età più avanzata. Essendo alterata la funzione affettiva, il soggetto psicopatico ha una difficoltà di apprendimento sin dalla tenera età in quanto presuppone una capacità di sopportare le frustrazioni.

È ricorrente che diventi in una scolaresca il capro espiatorio, in quanto la precocità in vari ambiti porta ad uno sconvolgimento dell'ambiente scolastico stesso: piccola delinquenza, tossicodipendenza, precocità sessuale, ecc.

Arrivato all'età matura, lo psicopatico si inventa il quotidiano: può diventare il gregario di una delinquenza organizzata, diventare una prostituta oggi non infrequente anche a livello maschile.

Si innestano patologie secondarie come la tossicodipendenza, alcolmanie che contribuiscono ad amplificare lo stato psicopatico; un evento molto frequente è che si producono degli accidenti dell'ordine suicidale: morte per overdose, morte per AIDS, ecc.

Vi è una capacità di percezione in questi soggetti su quello che accade a loro, comprendono per un tempo troppo breve per poi ripartire per il loro percorso patologico.

In casi meno estremi, paradossalmente opposti, in una famiglia in carriera ad esempio, vi possono essere i presupposti per una struttura psicopatica.

L'ambiente tipico per uno psicopatico è quello dell'uniforme, o dell'ambiente uniformato dove vi è uno statuto di organizzazione dell'aggressività: infermieri, psichiatri, forze dell'ordine ...

Vi sono individui che, in seguito a patologie di ordine psichico, solitamente nell'ambito nevrotico, si trovano in una posizione di vantaggio secondario, dove ad esempio,  l'istituzionalizzazione crea una situazione di beneficio come poter mangiare, dormire, non lavorare.  Si trovano a mimare una patologia di ordine nevrotico: sanno tutto sulla loro malattia, conoscono tutti i tipi di psicanalisi e sono stati in molti ospedali si tratta di psicopatici pseudo nevrotici.

Vi sono invece patologie a livello di turba della personalità dell'ordine psicopatico, che virano in un ambito psicotico.

Diagnosi

È abbastanza semplice nelle forme letterarie; in realtà implica una serie di difficoltà per quanto riguarda le diagnosi differenziali. L'elemento fondamentale è il rapporto tra la sofferenza ed il  vantaggio secondario

psicopatico pseudo nevrotico

> vantaggio secondario

< grado di sofferenza

nevrosi

> grado di sofferenza

< vantaggio secondario

 Viraggio di turbe della personalità di ordine psicopatico in un ambito psicotico

Prognosi

La psicopatia non è una malattia bensì uno stato; da adulti le cose non si modificano più. Con i bambini si può lavorare invece in modo efficace: famiglie affidatarie, adozioni, ecc. rappresentano ambienti che hanno un certo spessore affettivo. Si tratta in realtà di un'azione preventiva.

Terapia

Non esistono terapie! Si possono proporre dei contenitori che dare una certa stabilità; un'organizzazione comportamentale è una valida soluzione che impedisce comunque di far acquisire al soggetto psicopatico un'esperienza.

Alcuni diventano infermieri psichiatrici ....

 

 
< Prec.   Pros. >
I testi e i materiali pubblicati, o comunque messi a disposizione su questo sito, sono utilizzabili dietro citazione della fonte, secondo la Licenza Creative Commons "Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo" e salvi i diritti esclusivi spettanti a terzi ai sensi di legge. Chiunque lamenti violazioni di diritti esclusivi o altri abusi può chiederne la rimozione dal sito scrivendo al WEBMaster dalla sezione CONTATTI, indicandone la motivazione. Oppure mailto:educaweb(at)altervista (dot)org
qdroid
Covo dei Briganti, non è il solito agriturismo! - Si trova nella Tuscia, un angolo di Lazio tra la Toscana e l'Umbria. Puoi mangiare alla Cantina del Mago e rimarrai stupito!
Sostieni il sito!

Enter Amount:

Frase del giorno
PHOTOS
© 2017 EDUCAWEB: spazio virtuale di incontro sociosanitario ed educativo