EDUCAWEB: spazio virtuale di incontro sociosanitario ed educativo

sabato 19 agosto 2017

sabato 19 agosto 2017
Home
Notizie
LINKS
Mappa del sito
Tutti i contenuti
Cerca
Licenza Joomla
Psichiatria
Educativo
Guest Book
Download Files
Calendario e Appuntamenti
Libri e pubblicazioni
Meteo
NEWS Salute
Disclaimer medico




by Zippy
Advertising - Pubblicità
Antonin Artaud PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Citazione

“Ho subito 51 elettrochoc, durante uno dei quali sono stato dichiarato clinicamente morto e poi risuscitato e rigettato nel terrore del trattamento psicoanalitico … Dal più profondo della mia vita io continuo a fuggire la psicoanalisi, la fuggirò sempre come fuggirò qualunque tentativo per imprigionare la mia coscienza in precetti o formule, in un organizzazione verbale qualsiasi.”

 

Antonin Artaud
Antonin Artaud
 Nato a Marsiglia il 4 settembre del 1896 e morto a Ivry il 4 marzo del 1948 

Opere

“Viaggio nel paese dei Tarahumara” Anno pubblicazione 1937

“Correspondance avec Jacques Rivière” Anno pubblicazione 1927

Primo sconvolgente documento di autoanalisi dello scrittore e un appassionato esame del tragico conflitto tra la sua lucidità mentale e le sue proditorie debolezze del suo corpo

“La révolution surréaliste” Anno pubblicazione del terzo numero 1925 - Questo scritto contiene le lettere da lui redatte e indirizzate al papa, al Dalai Lama, alle  scuole buddiste, ai rettori delle università europee e ai primari dei manicomi.

Vita

Antonin Artaud, scrittore e drammaturgo francese, fu affetto fin dall’infanzia da gravi disturbi psicologici e nervosi che gli provocavano dolori insopportabili. Nel 1915 ebbero inizio i suoi pellegrinaggi da una casa di cura all’altra. Fu costretto ad assumere grandi quantità di oppio, presto insufficiente a calmare le sue sofferenze. Nel 1920 si stabilì a Parigi, dove fu attore di teatro e di cinema.

Aderì al gruppo surrealista, ma ne fu espulso nel 1926. Aveva intanto pubblicato una raccolta di versi in cui descriveva i suoi stati d’allucinazione. Spinto da un bisogno estremo di ritrovare l’unità tra il pensiero e il corpo, Artaud individuò un mezzo privilegiato, il teatro, di cui volle recuperare la tradizione mitica. Gli apparve come uno strumento terapeutico, fu un’esperienza importante, ma di breve durata.

Nel 1936, piegato dalla malattia, Artaud si recò in Messico, presso gli indiani Tarahumara. Il viaggio divenne un’occasione per ricercare una condizione umana primitiva, libera dalle costrizioni del mondo occidentale. Il suo equilibrio psichico però non trasse beneficio da quel viaggio, né da quello successivo in Irlanda. Fu dunque internato, dapprima in un manicomio, poi dopo il 1945, in una clinica psichiatrica a Ivry, dove visse fino alla morte.

Continuo però a scrivere nei momenti di dolorosa lucidità.

Pensiero

Il teatro della crudeltà: la sua originale concezione del teatro, definito teatro della crudeltà, venne affinata nel volume “Il teatro e il suo doppio”.

La sua malattia, una spaventosa malattia dello spirito come lui la definì, non gli dava tregua; il teatro diventa perciò una “cura crudele”, un’azione immediata e violenta che spezza i nervi dello spettatore, agendo come un esorcismo, come un’esperienza primitiva.

Artaud riflette sul genio artistico spesso all’origine della discriminazione sociale e dell’isolamento.

Tuttavia il suo richiamo a riflettere sul teatro, sulle sue origini, sul suo ruolo, la sua insistenza su un linguaggio non logico, fisico, immediato, capace di creare un contatto problematico con lo spettatore, hanno avuto una grande e significativa influenza su molte esperienze dell’avanguardia.

Furono questi gli anni più fecondi della sua esistenza.

Influenze

Artaud è stato influenzato dal teatro balinese conosciuto in occasione dell’esposizione coloniale del 1931.

Allo stesso tempo è entrato in contatto con i surrealisti, dai quali è stato notevolmente influenzato.

Le sue idee sul teatro si sono dimostrate ricche di sviluppi e sono all’origine di molte delle esperienze sceniche più stimolanti del secondo dopoguerra.

Associazioni, riviste, siti WEB
 

“Dizionario Bompiani degli autori di tutti i tempi e di tutte le letterature”, Edizione Bompiani, Milano 1987

“ Enciclopedia della letteratura”, Edizione De Agostini, Novara 1997

Siti WEB

http://www.laboratorioartaud.org

http://www.girodivite.it/antenati/xx2sec/_artaud.htm

 Glossario

 

Teatro della crudeltà

“strumento terapeutico”

Antipsichiatria:

movimento che va contro la psichiatria

Psicoanalisi

termine che si riferisce alla teoria sulle relazioni tra processi consci e inconsci, creata da Sigmund Freud e alla tecnica di trattamento basata  sull'investigazione dell'inconscio, che ha costituito lo strumento per la formulazione della teoria.

Surrealismo

un movimento artistico-letterario nato ufficialmente in Francia nel 1924 ad opera di André Breton

 
< Prec.   Pros. >
I testi e i materiali pubblicati, o comunque messi a disposizione su questo sito, sono utilizzabili dietro citazione della fonte, secondo la Licenza Creative Commons "Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo" e salvi i diritti esclusivi spettanti a terzi ai sensi di legge. Chiunque lamenti violazioni di diritti esclusivi o altri abusi può chiederne la rimozione dal sito scrivendo al WEBMaster dalla sezione CONTATTI, indicandone la motivazione. Oppure mailto:educaweb(at)altervista (dot)org
qdroid
Covo dei Briganti, non è il solito agriturismo! - Si trova nella Tuscia, un angolo di Lazio tra la Toscana e l'Umbria. Puoi mangiare alla Cantina del Mago e rimarrai stupito!
Sostieni il sito!

Enter Amount:

Frase del giorno
PHOTOS
© 2017 EDUCAWEB: spazio virtuale di incontro sociosanitario ed educativo